Casinò di Venezia Prossimo alla Chiusura?

Casino di Venezia Ca Vendramin Calergi

L’inizio del prossimo anno potrebbe portare alla cessazione dell’attività del Casinò di Venezia di Ca’ Vendramin, storica sede di alcuni grandi tornei di poker.

La notizia è stata diffusa in maniera frammentaria nei giorni scorsi da alcuni organi di informazione, ma per l’ufficialità del triste evento mancherebbe davvero poco.

Dal Comune di Venezia, ovvero dall’altrettanto storico edificio di Ca’ Farsetti, sono infatti arrivate notizie quasi definitive per il destino della storica casa da gioco lagunare.

Stando a quanto si legge, ad esempio, sul quotidiano La Repubblica, dal 1° gennaio 2018 Venezia potrebbe disporre di un solo casino, ovvero quello di Ca’ Noghera, che in questi anni si è comunque ritagliato uno spazio importante nell’ambito del gaming nazionale.

Il destino del Casinò di Ca’ Vendramin Calergi, in ogni caso, passerà attraverso una cruciale votazione del consiglio comunale di Venezia, in programma a fine mese.

Voto per la chiusura

I consiglieri comunali della città lagunare, infatti, dovranno votare per approvare il nuovo piano industrial del capoluogo Veneto, con diversi provvedimenti in programma.

E tra questi, spicca senza dubbio quello che riguarda Ca’ Vendramin Calergi, per il cui futuro sarebbe comunque ancora in corso una diatriba tra il settore politico e le organizzazioni sindacali.

A far propendere per la cessazione delle attività nella storica casa da gioco veneziana, sono le notizie poco incoraggianti che – ormai da due anni a questa parte – provengono dal settore finanziario.

Sia a fine 2016 che all’inizio di quest’anno, infatti, il casino di Ca’ Vendramin Calergi non ha prodotto utili, anzi è in rosso di circa 4 milioni di euro. Due di questi sono relativi all’intero anno trascorso, mentre gli altri 2 sono maturati nei primi quattro mesi del 2017.

E se consideriamo che ogni anno il Comune di Venezia, attraverso la propria società partecipata, ogni anno rivendica ben il 25% dei ricavi dalla casa da gioco – così come da Ca’ Noghera – i problemi sono di difficile soluzione.

Un casinò ricco di storia

Con la chiusura del Casinò di Ca’ Vendramin Calergi, che qualora venisse confermata avverrebbe comunque tra circa sette mesi, potrebbe calare il sipario su un pezzo di storia della città di Venezia, oltre che del gioco in Italia.

La casa da gioco è sorta nel lontano 1638, quando è avvenuta l’apertura ufficiale di una struttura che ha accolto tra le proprie mura anche tante personalità della cultura italiana.

Tra queste si annoverano soprattutto Carlo Goldoni, drammaturgo e autore di alcune grandi opere teatrali, e Giacomo Casanova, uno degli uomini di spicco della storia della città lagunare.

Tra le altre cose, il Casinò di Ca' Vendramin Calergi ha di recente ospitato diverse edizioni del World Poker Tour. Nel 2013 è arrivato il successo di Rocco Palumbo, mentre l'anno successivo dopo il nostro Andrea Dato ha trionfato ai danni di Sam Trickett.

Doppia edizione, invece, nel 2011: a febbraio a vincere fu Alessio Isaia, mentre a dicembre Edoardo Alescio ebbe la meglio su uno Steve O'Dwyer allora alle prime armi.

La prima edizione del WPT Venice si giocò nel 2009, con un trionfo tutto svedese: Sven-Ragnar Arstrom vinse dopo aver battuto in heads up Martin Jacosbon. Per la serie 'saranno famosi'...

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti