Candace Collins, da regina dello yogurt a giocatrice di poker professionista

Candace Collins

Nel 2013, Candace Collins ha venduto le sue quote di una catena di ristoranti frozen yogurt per inseguire il sogno del professionismo nel poker.

Il mondo del poker è pieno di personaggi di ogni tipo: a volte seri, a volte strambi, a volte con una storia particolare da raccontare. Ciascuno con il proprio background, insomma. Come ad esempio Candace Collins, ex imprenditrice ed oggi professional poker player  a tutti gli effetti.

Tre anni fa, Candace Collins ha deciso di vendere tutte le sue quote di partecipazione in sei ristoranti specializzati nel frozen yogurt e situati nella Carolina del Nord. Il motivo? La volontà di darsi al poker come professionista a tempo pieno.

La Collins ha recentemente dichiarato in un'intervista di aver imparato a giocare a poker grazie alla famiglia e agli amici, più di dieci anni fa. Dopo essersi fatta le ossa giocando online, prima del famigerato Black Friday, Candace ha cominciato a bazzicare anche le partite dal vivo - non potendo più schierarsi ai tavoli virtuali.

Competizione e guadagni

Descrivendo il suo amore per il gioco del poker, la Collins ha affermato di essersi appassionata per il lato competitivo di questa disciplina, ma anche per la grande quantità di amici che si è fatta partecipando a vari eventi live negli Stati Uniti d'America.

Oltre ai soldi che ha guadagnato giocando online, o nel cash game live, Candace Collins ha pure incassato 109.610 dollari nei tornei di poker live, dal 2011 ad oggi. Il suo anno migliore rimane il 2014, quando in totale ha vinto 77.294 dollari.

Candace Collins poker
"Per il futuro vorrei giocare più eventi in Europa"

Proprio due anni fa ha ottenuto il suo miglior risultato singolo, un 14° posto al WPT Bay 101 Shooting Star da 7.500 dollari in quel di San Jose, che le è valso una moneta di 39.800 dollari.

La Collins non ha poi nascosto la sua passione per i giocatori professionisti:

"Avevo solo 18 anni quando mi sono appassionata al poker e da allora adoro Daniel Negreanu"

A Candace, come a qualsiasi altro giocatore professionista, piacerebbe tanto essere sponsorizzata, ma ha dichiarato che nel frattempo non ha alcun problema a raccogliere sostenitori nella community del poker, disposti a finanziarla. Sostenitori che la Collins trova sia "dal vivo" sia attraverso piattaforme quali YouStake.

"La maggior parte dei giocatori sono ben disposti verso le donne e hanno rispetto"

La Collins ha anche dichiarato che essere una donna in un gioco dominato dal sesso maschile non è mai stato un problema per lei.

Commentando le sue aspirazioni per la prossima stagione pokeristica, la Collins si è così espressa all'Huffington Post:

"Voglio giocare più eventi in Europa. Ho partecipato alle mie prime France Poker Series a Monaco ed è stato incredibile. Continuerò anche a giocare nei principali circuiti americani, cercando di vincere trofei e titoli".

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti