Bryan Devonshire: “Ero più felice senza soldi quando vivevo in una tenda”

BryanDevonshire2

Bryan Devonshire ha avuto una lunga carriera nel poker, ma la maggior parte dei fan occasionali hanno conosciuto il suo nome quando il giocatore è apparso sotto le telecamere di ESPN.

Ha avuto la possibilità di quasi raggiungere il tavolo finale del Main Event 2011 WSOP e gli spettatori lo hanno visto giocare di fronte ad un gruppo di supporter entusiasti.

Quella però non era certamente stata la sua prima prestazione incredibile a livello pokeristico.

Devonshire era già un giocatore stabilmente a premi alle WSOP oltre ad avere grande successo ai tavoli on-line.

La sua corsa alle WSOP si fermò al 12º posto, ma questo non rovinò certo la sua esperienza “Fù un'esperienza incredibile, fu molto divertente. Sono riuscito ad arrivare a giocare il Day 8 del torneo.

Non c'erano così tanti giocatori,“ ha dichiarato Devonshire a PokerListings durante il suo viaggio di ritorno a Rio la scorsa notte.

“Semplicemente Essere sotto le luci ed avere la copertura televisiva dal vivo è stato incredibilmente divertente e un'esperienza indimenticabile. Me la sono semplicemente goduta completamente.”

“Ho semplicemente fatto del mio meglio, giocato bene e mi sono divertito molto.”

 

Fino Agli Ultimi $25k, il Main Event Ha Cambiato Tutto

Devonshire, che gioca on-line con il nome di "badbeatninja," è stato colpito duramente dal Black Friday e le sue World Series 2011 fino a quel punto non erano andate bene.

Era andato a premi solamente due volte per importi limitati, prima dell'inizio del Main Event e necessitava quindi di un buon finale d'estate.

“Ero arrivato ai miei ultimi $25k, che era quello con il quale ero venuto a Vegas nel 2006,” ha ricordato Devonshire. “Stavo andando così bene sei mesi fa. Da quel momento ho perso molto denaro (a causa della Black Friday) e ne ho perso ancora di più.

“Ho pensato di giocare il Main Event e di pensarci successivamente.”

devonshire al main event

Devonshire era restato soddisfatto con il finale del suo Main Event nonostante si sentisse come se avesse subito la sua prima stangata, mentre era seduto alla Penn & Teller Theater  pochi mesi dopo, guardando i November Nine.

“Mi sentivo in modo incredibile essendomi avvicinato così tanto al tavolo finale, il 12º posto è circa $130k meglio del 13º posto e risparmia molti problemi di cuore rispetto al 10º posto.”

“Se fosse stato eliminato al 10º posto avrei vinto lo stesso denaro, ma avrei ottenuto un'angoscia costante per tutta la vita.”

“In Novembre quando finalmente mi sono seduto a 7 m del tavolo finale, avevo tutte le letture su queste persone, visto che conoscevo questi ragazzi, ma questo non contava più, probabilmente è stato questo quello che mia fatto più male.”

“Ma non mi posso lamentare, perché è stato l'evento migliore della mia vita.”

 

“Avevo Quasi Perso Tutto Quello Che Era In Mio Possesso Da Quel Momento”

Invece di spendere quei soldi in strip club o comprando giocattoli costosi, Devonshire ha comprato una casa a Las Vegas, ma molto presto ha scoperto di necessitare qualcosa d'altro.

“Sono riuscito ad arrivare così lontano nel Main Event e ho speso $105k , per comprare una casa” dichiarò Devonshire. “Pagata in contanti, visto che necessitav di un bankroll, ma anche di una casa.”

“Era un buon momento per investire e mi sono trovato a comprare nel momento giusto del mercato.”

bryan devonshire 33104

“Avevo praticamente perso ogni cosa che avevo toccato da quel momento. Il mio piano B è sempre stato quello di allontanarmi dal gioco, tornare in Colorado e riposarmi un po' laggiù.”

Devonshire ha avuto un inizio unico nella sua carriera di poker. Lavorava come guida sul fiume in California e giocando a poker on-line nello stesso tempo. È stato in grado di ottenere un buon guadagno mentre continuava a godersi la sua vita in mezzo alla natura.

“Ero una guida sul fiume in California durante il college e le estati lavorative. Adoravo quel lavoro ed ero molto bravo, nello stesso tempo giocavo praticamente sempre a poker,“ ha ricordato Devonshire.

“Giocavo su Planet Poker nel 2000 e nello stesso tempo facevo la guida sui fiumi.”

“Poi mi sono spostato in Colorado, sempre lavorando come guida, ma sono durato una sola stagione. Stavo andando benissimo con il poker on-line ed infine ho smesso di cercare un lavoro. Facevo molti soldi giocando a poker e questo mi ha dato la libertà di scegliere.”

Devonshire aveva trovato un equilibrio tra la sua vita ai tavoli da poker e le avventure nella natura, ma lasciò queste ultime per concentrarsi sul circuito dei tornei nel 2006.

Riuscì a finire secondo proprio quell'anno durante l'evento WSOP Casino Employees e guadagnò un altro secondo posto nel 2007 durante l'evento WSOP Omaha/8.

 

Questi Demoni Ti Faranno Perdere in Serie

“Guardando indietro, vedo come avevo trovato il bilanciamento e partendo da 2006 l'ho perso perché ha voluto inseguire in modo convinto il sogno del poker,” ha dichiarato Devonshire. “Questo però andava bene, perché è quello che volevo fare.”

“C'è la varianza in questo gioco, questi demoni ti possono far perdere in serie, e se riesci a camminare attraverso questi problemi senza esserne influenzato allora tutto andrà bene,” continuò Devonshire.

“Se tutto quello che fai è giocare a poker e tutto quello che ottieni durante sei mesi è negativo, è abbastanza difficile essere una persona piacevole.”

Devonshire ha scoperto presto che i soldi e il gioco ad alti livelli non erano abbastanza per renderlo felice.

Ha trovato nuovamente il suo bilanciamento durante un viaggio per tutto il paese che l'ho ha visto ritornare alla fine in Colorado.

“Avevo tutti questi soldi, ma sono riuscito a capire che ero più felice quando non avevo un soldo e vivevo in una tenda,” ha dichiarato Devonshire. “Ho fatto questo viaggio incredibile in motocicletta percorrendo un grande cerchio per tutto il Nord America.”

“Quando sono arrivato in Colorado, proprio in quel luogo ho capito di amare quel posto,” ha continuato Devonshire. “Un mio amico è proprietario di un ranch e gli ho detto 'che ne pensi se lavorassi qui gratuitamente e tu mi insegnassi come diventare un domatore di cavalli' in quel modo ho trovato il mio bilanciamento.”

 

L’equilibrio è la Chiave per una Vita di Successo come Giocatore di Poker

campeggio

Devonshire ha passato un po' di tempo nel ranch da quando si è spostato a Frisco in Colorado dove è una guida sul Blue River.

Non partecipa più a tutti gli eventi WSOP, invece divide il suo tempo tra Las Vegas e Colorado in modo bilanciato.

“Penso che bilanciamento sia assolutamente necessario per una vita di successo come giocatore di poker,” ha spiegato Devonshire.

“Se hai un bilanciamento e ci sono altre cose nella tua vita, queste possono darti felicità quando il poker non è in grado di farlo o addirittura ti sta togliendo questa felicità, tutto questo è ideale.”

“Negli ultimi quattro anni sono ritornato a guidare le persone nella foresta e questo mi aiuta a mantenere il mio bilanciamento.”

“Il ranch è stato sostituito dal fiume, dal quale tutto è partito. Lo adoro.”

Devonshire passerà le prossime settimane sul fiume, ma ritornerà per il Main Event, alla ricerca di un altro posizionamento importante in questo evento prima di tornare nuovamente alla natura.

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti