Brexit Poker – Tony G sfida Farage e scommette €1 milione

Optimized NWM tony g

Antanas Guoga, aka Tony G, ex poker pro e bad boy (attualmente membro del Parlamento Europeo) sfida il leader UKIP e supporter della Brexit, Nigel Farage, a soldi veri.

Il 23 giugno i britannici voteranno un referendum che potrebbe sancire l'uscita della Gran Bretagna dall'Unione Europea.

Nelle ultime settimane, i sondaggi hanno mostrato un'opinione pubblica spaccata sull'argomento: il 50% a favore, il 50% contrario.

Tuttavia, circa tre settimane fa, Nigel Farage - il leader politico della destra britannica e del partito nazionalista UKIP - è stato visto scommettere 1.000 sterline sulla possibilità che i cittadini votino per la Brexit, cioè appunto per l'uscita della Gran Bretagna dall'UE.

Farage disse: "Ho fiducia che tornerò dopo il referendum a ritirare le mie vincite".

 

Tony G entra in gioco e moltiplica per 1.000 la posta

Apparentemente, questa provocazione ha un po' turbato Tony G, che oggi sta percorrendo una seconda carriera come rappresentante della Lituania al Parlamento Europeo.

E se c'è una persona che è meglio non infastidire, quella è Tony G, come molti giocatori di poker ricordano chiaramente.

In una lettera aperta indirizzata a Farage, Tony ha offerto un milione di euro sul fatto che la Gran Bretagna rimanga nell'UE, se Farage è disposto a scommettere altrettanto sull'opzione opposta.

tony guoga

Sembra che il lituano sia piuttosto sicuro del risultato del referendum:

"Un grande giorno sta arrivando: un giorno in cui la Gran Bretagna deciderà di rimanere nell'UE. Ovviamente voi non ne siete ancora convinti.

Io ho così fiducia che il popolo britannico faccia la cosa giusta e voti per rimanere nell'UE, che offro una scommessa da €1 milione in beneficienza!"

Guoga non sta certo cercando di guadagnare soldi. A prescindere da chi vinca, il denaro andrà in beneficienza. Guoga vuole umiliare Farage, visto che non è certo di opinioni politiche affini a quelle del britannico.

Perciò, Tony G ha provato a punzecchiare Farage sulla sua etica lavorativa:

"Ogni volta che ti vedo a Bruxelles, non molto spesso a dire il vero, volti le spalle a tutti", ha scritto Guoga, "Vuoi andare all-in? Fammi sapere!"

Ovviamente, Tony G non sarebbe Tony G se non lanciasse qualche bel colpo anche ad altri paesi.

"Non lasciate l'Europa alla Germania e alla Francia… e non vorrei neppure che Putin brindasse alla Brexit".

 

Tony G a favore di una riforma europea

Non che Tony G pensi che l'Unione Europea sia perfetta così com'è. Al contrario, spinge molto per "una riforma dell'UE", supportando per esempio la sparizione del parlamento di Strasburgo.

Inoltre si definisce ammiratore del Regno Unito, che vorrebbe fermamente nell'Unione Europea. Inoltre, Guoga ha detto che a trarre profitto dalla Brexit non sarebbero i britannici, ma i russi.

 

Quo vadis, Gran Bretagna?

nigel farage
Nigel Farage - leader politico della destra britannica

Proprio come quando giocava a poker, Tony G ha messo l'avversario in una situazione difficile. Ha fatto un'offerta che Farage non può rifiutare, ma che non può nemmeno accettare. Gran mossa.

Tony G prende una posizione forte a favore dell'UE, trovando anche il modo di ridicolizzare il movimento Brexit senza buttare troppa benzina sul fuoco.

Qui un tweet particolare che Tony ha postato in questi giorni.

Tutto ciò è particolarmente importante soprattutto alla luce dei recenti fatti capitati nel Regno Unito. Il movimento a favore della Brexit è diventato sempre più nazionalistico, una campagna xenofoba culminata con l'omicidio della laburista Jo Cox, che ha mandato sotto shock il paese per un paio di giorni.

Sembra che questo orrendo crimine abbia riportato molti britannici sulla retta via, ma il risultato del referendum è ancora apertissimo.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti