Poker & business: “uno” che ha intrapreso le varie strade, Aldo Antonacci

Condividi:
30 aprile 2013, Scritto da: Eleonora Sandro
Postato su: Dentro PokerListings
Poker & business: “uno” che ha intrapreso le varie strade, Aldo Antonacci
Ho voluto esplorare il mondo del poker in modo più ampio, ho cercato di guardare dentro a questo settore dove per molti passione e business s’intrecciano in un’unica strada.

Ecco allora che mi è venuta in mente una personalità forse non troppo nota alla “massa” dei pokeristi, ma di certo al centro di questo settore. Lui e perfetto per sciogliere i mie dubbi, che forse chissà, potrebbero essere anche i vostri.

E’ Aldo Antonacci, e le mie curiosità più nascoste riguardano la reale possibilità di creare dal nulla un business nel poker. Ecco perché ho scelto Antonacci.

Vi parlo di un cinquantenne molto giovanile che ha sempre avuto la passione per il business e lo spirito da imprenditore (pensate che ancora ragazzo ha prodotto il tiramisù in USA, riuscendo a creare addirittura una piccola fabbrica!).

Ad oggi è tornato in provincia di Pescara, dove ha sempre coltivato la passione del Texas Hold’em, sfociata poi in una soddisfacente vittoria da 70.000€ dell’Abruzzo Charity Tournament dell’EPT Sanremo 2009. Da li Antonacci ha pensato di poter fare il “PPP” e di poter iniziare anche perché no, a “vivere di poker” in vari modi.

Dopo la sua esperienza nei casino americani di Atlantic city e Foxwoods e soprattutto dopo aver vinto l’Abruzzo Charity Tournament dell’EPT Sanremo 2009, Antonacci è stato contattato per delle sponsorizzazioni che ha accettato, ma che gli hanno fatto capire che aveva i potenziali per operare da solo, creando una room lui stesso.

Così il giocatore che qualche anno fa aveva uno sponsor magari non troppo importante, è oggi lui stesso a sponsorizzare altri players per curare l’immagine della sua landing room appoggiata al circuito di ScommesseItalia. Ma come è avvenuto questo passo?

Allora, stabilito che per avere qualche contatto nel settore bisogna farsi conoscere e perché no, vincere un evento rilevante, come si passa da “giocatore sponsorizzato” a “persona che può sponsorizzare altri giocatori”?

Antonacci mi ha chiarito innanzitutto cosa si intende per “sponsorizzazione”.

Lui me l’ha spiegato così: Beh ti fanno un offerta, dipende poi da che room, ma la maggior parte ti chiedono di grindare e generare un rake che ti da la possibilità di partecipare ai live… ma queste sono da parte di room minori... poi ci sono le room che ti affidano un badget e insieme si decide a che live partecipare..ci sono diversi modi di sponsorizzazioni”.

Ok, quindi ci sono sponsorizzazioni di diverso tipo, ed ovviamente non tutti i giocatori che hanno una patch sulla maglia hanno “i privilegi” che può regalare una sponsorizzazione come quella di PokerStars.  

Ma a questo punto come ha fatto a passare da una “parte all’altra”?

Lui mi dice che ha “intrapreso pubbliche relazioni con l’impegno di portare iscritti alla room stessa, e poi ho creato un team pro composto da due ottimi individui ed altri quattro abili players, alcuni dei quali hanno già ottenuto buoni risultati in eventi live”.

Allora mi chiedo e gli chiedo, quale è il suo obiettivo reale, se è quello di fare il giocatore di poker o di diventare un imprenditore nel settore del poker.

La sua risposta è semplice e chiara: “il mio obbiettivo e come quello di tutti… vincere e vivere”. Insomma ho capito, vuole fare il “PPP” ma non cela le sue doti da imprenditore…

Un ultima cosa voglio sapere da lui, ovvero voglio avere un consiglio per chi volesse intraprendere un business nel settore del poker, voglio capire che caratteristiche si devono avere e soprattutto quali punti del mercato sono "aperti" per crearci un'attività autonoma.

Antonacci mi ha risposto così: “Beh, domanda molto difficile. Avendo esperienza nel mercato americano, qui in Italia non e facile intraprendere un’attività anche per le difficoltà che lo stato ci impone"

Le caratteristiche però sono sempre le stesse: disciplina ed umiltà. Restiamo in attesa per vedere questo nuovo governo cosa ci offrirà, ma certo è che in questo momento non e facile consigliare anche perche il mercato del poker sta soffrendo della crisi di cui risente tutta Europa”.

Condividi:

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

Bloggers
Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Benvenuti sul Blog Ufficiale del torneo Battle of Malta 2012 organizzato da PokerListings.

Ultimi posts Pagina di  
WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

Scopri tutti i segreti e i retroscena delle delle World Series of Poker con il blog esclusivo di Po
Ultimi posts Pagina di  
Il Blog di Leo Margets

Il Blog di Leo Margets

La giocatrice spagnola Leo Margets ci racconta la sua esperienza in prima persona dai tavoli dei

Ultimi posts Pagina di Leo Margets  
×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page