L'arte del bluff

Condividi:
2 maggio 2013, Scritto da: Andrea Zanella
Postato su: Dentro PokerListings
L'arte del bluff
Il bluff è un'arma fondamentale nel poker tanto per vincere...quanto per perdere.

Perché se non si impara ad evitare di finire travolti dai propri bluff...si finisce sempre per fare brutte sorprese.

L'uso corretto di questa tecnica di gioco è un'altra di quelle fondamentali differenze che mettono i professionisti da una parte e gli amatori da un’altra. E siccome qui si parla sempre di partite tra amici, vediamo insieme quali tipi di bluff (e quali errori!) si vedono tra i tavoli degli home game.

Un presupposto: se con le banane in mano non effettui un rilancio quando il tuo avversario ha palesemente dimostrato debolezza, il poker non è il tuo gioco.

Al contrario invece, se con il nulla cosmico in due secondi sei già partito in controrilancio su un giocatore mostruosamente chiuso che ha già rilanciato, qualche domanda te la dovresti fare, altrimenti anche in questo caso il poker non è il tuo gioco.

Questi errori nelle partite amatoriali sono una costante: c'è chi evita il bluff come la peste e chi ne abusa.

Quando le carte non ti sorridono, solo il bluff può evitare che il tuo stack venga eroso dai bui e dalle giocate degli avversari.

Ma se diventa una regola, l'unica cosa che fai quando spilli le banane, neanche i piatti vinti con i mostri potranno evitare che la tua partita finisca fuori dai premi.

Come già detto più volte non ho nulla da insegnare, mi limito comunque a dieci semplici consigli, per i miei amici e per chi , come me, sta cercando di imparare qualche utile base sul poker. Insomma il come e quando piazzare il rilancione con le banane in mano.

1- Mai essere scontati, se il tuo stile prevede il bluff solo in determinate situazioni, ad esempio da bottone o dai bui in pre flop, i giocatori più esperti sapranno comprendere le tue mosse e prendere contromisure.

2- Sii credibile, se hai puntato sul flop e poi hai regalato una carta gratis con due picche sul tavolo, non cercare di portare via il piatto se al river esce la terza picche. Non ti crederanno. Mi ricorda qualcosa di molto recente (cit.).

3- Limita i tuoi bluff con i cattivi giocatori, loro non comprendono il valore del punto che hanno in mano e non si accorgono se sul board ci sono carte pericolose. Potrebbero venirti a vedere con punti bassi, sufficienti a portarti via il piatto. Questi giocatori son la mia rovina.

4 - Se sei in pre flop e stai cercando di rubare i bui, evita di bluffare con carte che non ti danno la possibilità di legare nulla di sensato. Due figure, progetti o coppiette vanno bene.

5- Prima di preparare le chip per il rilancio cerca di capire chi hai davanti e cosa potrebbe avere. Aggredisci i giocatori chiusi e timorosi. Ragionare sulle carte che potrebbe avere il tuo avversario è indispensabile, a volte il punto che rappresenti potrebbe non essere sufficiente a scoraggiarlo.

6- Se pensi che abbiano scoperto il tuo bluff, non alzare la posta. Accetta di aver perso e pensa alla prossima occasione.

7- Considera attentamente quanto puntare. Rilanciare in bluff 200 per portare a casa 200 è corretto solo se pensi che ti vengano a vedere in meno della metà dei casi.

Se il piatto è 40 , dovresti essere certo che la tua considerazione al tavolo sia tale che nessuno osi pensare che hai le banane.

8- Considera sempre il numero di avversari che in caso di bluff verranno a vederti. Un bluff corretto in un testa a testa può non esserlo qualora i tuoi avversari siano due o più.

Ad esempio siete in due, il piatto è di 10, puntando la metà hai il 50% di possibilità di portare via il piatto. Cioè: una volta porti a casa 100 e una perdi 50 - quindi in media guadagni 25 per mano.

Se invece siete in tre , le tue aspettative diventano negative, una volta su quattro vinceresti 100, le rimanenti tre volte perderesti 50, in media una perdita di 12,5 per mano.

9- Considera la tua posizione al tavolo. Non sempre esser l'ultimo a parlare da le maggiori probabilità di riuscita.

Se la tua immagine al tavolo è di bluffatore incallito, gli avversari alla tua destra potrebbero nascondersi anche con un mostro, perché sanno che sarai tu a gonfiare il piatto e a fargli massimizzare la giocata.

Allo stesso modo, chi parlando prima di te si rende conto di aver espresso debolezza con un check potrebbe venire a vedere una tua puntata , o controrilanciare, in quanto sa che potresti aver agito con il nulla.

A volte con i giocatori più esperti potrebbe essere più facile portare a casa un bluff parlando per primi. Paradossale, no?

10- Se sei un giocatore piuttosto solido e al tavolo non hanno ancora capito come giochi, cerca di bluffare presto e lascia che ti vengano a vedere. Quando avrai il punto potrai levargliele tutte.

Sono curioso di vedere cosa accadrà nel prossimo sit, se i miei amici leggeranno questo post.

Ad occhio e croce...io direi che ne vedremo delle belle!

Condividi:

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

Bloggers
Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Benvenuti sul Blog Ufficiale del torneo Battle of Malta 2012 organizzato da PokerListings.

Ultimi posts Pagina di  
WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

Scopri tutti i segreti e i retroscena delle delle World Series of Poker con il blog esclusivo di Po
Ultimi posts Pagina di  
Il Blog di Leo Margets

Il Blog di Leo Margets

La giocatrice spagnola Leo Margets ci racconta la sua esperienza in prima persona dai tavoli dei

Ultimi posts Pagina di Leo Margets