Battle of Malta 2015: La Cronaca e i Risultati del Day 1C

bom day1c2

Record doveva essere, record è stato. Il Battle of Malta 2015 supera, anzi, straccia se stesso e con un Day 1C da 859 entry porta il totale a 1.804.

Polverizzato letteralmente il risultato dell'anno scorso, quando gli ingressi furono 1.447. Un numero che a quei tempi pareva già impressionante: che dire di quest'ultima edizione?

Già diverse ore prima dello shuffle up and deal ufficiale c'erano alcune centinaia di player iscritti. Non si trattava dunque di capire "se" il BOM 2015 avrebbe ritoccato il record di torneo più partecipato nella storia di Malta, ma di "quando". Ufficialmente abbiamo raggiunto quota 1.448 alle 13.27, mezz'ora prima dello start del Day 1C.

Molti Pro in gara

Fatima Sluiter2

Come già nei primi due Day 1 i big non sono mancati, a partire da Fatima Moreira de Melo, giunta insieme al suo compagno, il tennista Raemon Sluiter, anche lui ai tavoli del BOM. La Pro si qualifica e passa al Day 2 con 64.000 chip, mentre Raemon riesce a fare anche meglio con uno stack di 102.000.

Maria Ho, Humberto Brenes, Sofia Lovgren, Thor Hansen e Fabrice Soulier ci hanno riprovato, ma non sono riusciti ad andare molto lontano.

Al Battle of Malta 2015 dei record è sbarcato anche Matteo Impagliatelli, meglio conosciuto come "Il Burbero". Matteo ci ha raccontato del suo progetto Casa Arcobaleno, attraverso il quale vuole creare una struttura che possa accogliere dei bambini malati.

andrea cortellazzi3
Andrea Cortellazzi al BOM

Ci ha provato pure Andrea 'Topkapias' Borea, la voce italiana delle dirette streaming per lo European Poker Tour. Partito bene, 'Top' ha perso una brutta mano contro un avversario che ha inseguito - e catturato - un progetto di scala a incastro. Nel prosieguo della giornata Borea è riuscito a riprendersi, arrivando al Day 2 con circa 10 big blind.

L'elenco dei top player italiani è se possibile ancora più lungo. Da Gianluca Escobar a Raffaele Sorrentino, passando per Enrico Camosci, Andrea Cortellazzi, Eros Nastasi e poi ancora Domenico Gala, Giorgio Bellanca, Pasquale Gregorio, Paolino Virciglio, David Bravin, Filippo Lazzaretto, Roby Begni, Federico Petruzzelli e Luca Moschitta.

Una mano più unica che rara

Daiva Barauskaite 2
Daiva Barauskaite la prende con filosofia

Per celebrare un evento del genere non poteva mancare anche una mano spettacolare, di quelle che capitano una volta forse ogni 1.000 tornei. Un all-in pre-flop a quattro giocatori, nel quale ciascuno aveva una pocket pair. E che pocket pair: due giocatori condividevano QQ, una giocatrice aveva KK e la povera Daiva Barauskaite AA.

Diciamo "povera" col senno di poi, visto che la bionda giocatrice partiva con lo stack più piccolo tra i quattro contendenti ed è stata l'unica ad essere eliminata al termine della mano.

Sì, perché tanto per rendere la situazione ancora più pazzesca, al river è sceso un K che ha condannato la Barauskaite all'uscita dal Main Event, mentre la giocatrice Veronika Kibin ha messo le mani sul bottino. Daiva comunque l'ha presa con filosofia ed ha anche scattato una foto per ricordare la mano pazzesca che l'ha buttata fuori dal torneo.

 Più giocatori, Maggiore montepremi

Il  numero totale dei giocatori del BOM, salito da 1447 a 1804 ha conseguentemente prodotto anche un montepremi più corposo: da €701.795 a €874,940.

Non ancora rivelato quanto sarà desyinato al vincitore del Main Event ma visti i numeri la prima moneta non dovrebbe essere inferiore alle 150.000 euro.

Intanto l'azione al tavolo si è protratta fine alle ore 1.20, quando finalmente dopo i 12 livelli di gioco previsti, un totale di 273 giocatori si è qualificato per il Day 2. Aggiungendo i 98 dell'1A e i 213 dell'1B abbiamo un field totale di 584 giocatori.

Gli Azzurri in gara e il Chipcount finale

Sergio Di Ruberto 1923
il chipleader Sergio Di Ruberto

Tra i Pro azzurri spiccano le performance di Davide Bravin in top ten, Gianluca Escobar che chiude con 202.000, Marco Macellari con 156.400 e Federico Pretruzzelli con 123.000

Volti noti a parte gli italiani dominano il chipcount con Sergio di Ruberto in prima posizione seguito da Paolo Guscano, Giuseppe Spitale e Salvatore Agliozzo.

Se queste sono le premesse del BOM 2015 non è prematuro sperare nella vittoria di un azzurro dopo la prima edizione che ha visto trionfare Nicodemo Piccolo.

 

Le prime 20 posizioni del chipcount del Day 1C

 

Sergio Di Ruberto 275300
Paolo Guscano 274300
Giuseppe Spitale 264700
Salvatore Agliozzo 233500
Yehuda Bardugo 222700
Salvatore Patti 214700
Werner von Moltke 214400
Elmakayd Orin 210000
David Bravin 207000
Erez Benor 206800
Sami Pullianen 206200
Nunzio la Mattina 205500
Gianluca Escobar 202500
Nir Comen 198900
Chaim Koifman 187300
Patrick Ciare 183000
Gilor Shanti 181100
Kacerauskas Vytautas 176200
Davey Daragh 165600
Maurizio Crisafi 157900

Segui gli Aggiornamenti Live del Battle of Malta

Il Payout ufficale del BOM

payout bom3

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti