Annette Obrestad ambasciatrice del Venetian di Las Vegas, ed è subito polemica

Annette Obrestad las vegas

Dopo essere pressoché scomparsa dalle scene, Annette Obrestad ha fatto il suo ritorno in grande stile, siglando un accordo con uno dei casinò più importanti della Sin City, non senza polemiche dal mondo del poker online.

Annette is back. La vincitrice della prima edizione delle World Series of Poker Europe, Annette Obrestad, ha siglato un accordo con il Venetian di Las Vegas, di cui sarà la nuova ambasciatrice. L'accordo dovrebbe avere effetto a partire dal weekend appena passato.

Da tempo la Obrestad era lontana dai riflettori. La settimana scorsa, dal suo account Twitter aveva lasciato trapelare qualcosa: "Ho un annuncio piuttosto emozionante (per me) da fare. Rimanete collegati". Giovedì è arrivata la conferma della Venetian Poker Room, sempre tramite Twitter:

"Siamo felici di annunciare Annette Obrestad come nuova ambasciatrice della Sands Poker Room. Benvenuta nel team!". Pronta la risposta della giocatrice nordica: "Ragazzi, è ufficiale! Sono l'ambasciatrice del Venetian Poker. Sono DAVVERO entusiasta. Spero di potervi dare la possibilità di giocare con me molto presto!" E quest'opportunità è capitata proprio sabato, durante uno dei tornei DeepStack del Venetian.ù

La battaglia di Adelson al poker online

Una svolta importante per Annette Obrestad, ma che ha sollevato molte polemiche. Il Venetian è infatti proprietà di Sheldon Adelson, l'uomo che con la sua Coalition to Stop Internet Gambling vorrebbe cancellare il poker online definitivamente dalla faccia degli Stati Uniti d'America. Molti appassionati di poker, infatti, hanno condannato la scelta della giocatrice nordica.

La Obrestad aveva infatti avuto il suo momento di gloria negli anni del boom del poker online: a quei tempi veniva definita come una delle migliori giocatrici da torneo al mondo ed è famosissimo il video in cui vince un torneo mtt senza guardare le carte.

 

La carriera di Annette Obrestad

Si diceva di quando 'Annette_15' dominava le scene online. La sua è la classica storia del giocatore di poker che parte dal nulla e diviene una star: a 15 anni giocava in modalità free play, quindi i primi freeroll e il trasferimento ai tavoli del cash game.

Grazie alla vittoria alle WSOPE, diventò la giocatrice più giovane a conquistare un braccialetto WSOP - il giorno prima di compiere 19 anni.

Il suo momento d'oro si arrestò nel 2010, ultimo anno in cui la Obrestad riesce a vincere $600.000. Sempre nel 2010 divenne un membro del Team Pro di Full Tilt, ma la compagnia chiuse poco più di un anno dopo, a causa del Black Friday. Quindi il passaggio a Lock Poker nel 2012, poker room che è stata chiusa ad aprile 2015 e che sembra debba ancora ai suoi giocatori qualcosa come 15 milioni di dollari.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

×

Sorry, this room is not available in your country.

Please try the best alternative which is available for your location:

Close and visit page