Alex Dreyfus: "La Global Poker League è tutta per i tifosi!"

Alex Dreyfus 3

Con l'acquisto del Global Poker Index e la riformulazione del sistema della classifica, Dreyfus ha dimostrato si sapere quello che serve al poker per scrollarsi di dosso i pregiudizi del passato.

Caso in questione: Dopo anni di eventi non riusciti,  Dreyfus ha organizzato il primo Global Poker Master con dei team di poker. Nonostante qualche piccola falla, nel complesso l’evento che ha visto 8 squadre partecipi è stato un successo e tra l'altro ha visto proprio l'Italia trionfare.

Il suo prossimo grande progetto, è una Global Poker League di 14 settimane, per portare avanti questa “sportificazione del poker” a livello successivo. Il nostro collega Dirk Oetzmann lo ha raggiunto per saperne di più:

Che cosa è successo dopo i Global Poker Masters?

Il GPM ha mostrato che gli eventi di squadra possono interessare e coinvolgere i giocatori. Erano disposti a portare loro maglie nazionali. Lo spirito di squadra è stato tutto lì.

Non dimentichiamo che non c'era nessun buy-in e letteralmente nulla da vincere. Molti leader del settore dubitavano che sarebbe potuto riuscire come evento. Ma i giocatori erano disposti a spendere tempo per l'evento. Il GPM tornerà, ma sarà una sorta di Coppa del Mondo GPI.

Optimized WM italyGPM

Quale sarà il formato di gioco di questa coppa del mondo?
Ci saranno tre differenti arene: l'arena online, l'arena di studio e l'arena live.
Ci saranno eventi settimanali on-line. Il GPI ha costruito la propria piattaforma che sarà indipendente dai client di poker già esistenti.

Inoltre, il gioco GPI sarà molto più interattivo. E sarà possibile vedere le carte e avere dei tempi di attesa per permettere ai commentatori di analizzare la situazione passo passo.
Ogni 4-6 settimane ci sarà un evento live in "The Cube".
Come nel GPM ci saranno diversi formati per ogni evento. Ci saranno 6-max, heads-up e gli eventi di squadra.

Ci sono player famosi già interessati a partecipare?
Il progetto non inizierà prima di gennaio. Ancora non abbiamo contattato nessuno perché è necessario che la struttura sia definitiva. Nessun giocatore avrebbe accettato di unirsi senza sapere esattamente quello che dovrà fare. Il prodotto deve essere finito.
I giocatori che hanno già mostrato il loro interesse su Twitter sono, tra gli altri, gli ex vincitori delle WSOP Phil Hellmuth e Martin Jacobson e il November Nine Pierre Neuville.

Quale sarà l’obiettivo di questa GPL?

Mentre il concetto di poker ovviamente rimarrà lo stesso l'obiettivo principale della GPL è quello di trasformare il poker da un gioco focalizzato sui player a qualcosa che coinvolga lo spettatore.

Al contrario di otto ore di evento in streaming, avremo dei match della durata di partite di calcio, con più azione e il commento degli esperti.  

Questo formato ha lo scopo di ridurre la varianza. I giocatori giocheranno in piedi per dare loro la libertà di mostrare di più il linguaggio del corpo, per mettere più pressione fisica sugli avversari. Dal punto di vista del marketing, con i giocatori in piedi, sarà il massimo per gli sponsor.

Ci saranno due presentatori e un team di esperti pronti a commentare gli eventi prima, durante e dopo - simile al formato delle trasmissioni di calcio, basket o altri grandi eventi sportivi.

Credi che la gente pagherà per vedere questi eventi dal vivo?
Credo di si. Lo farà per lo stesso motivo per cui va ad  assistere a concerti o al cinema. La GPL non è solo poker, sarà un grande spettacolo.

Oggi è possibile scaricare film gratuitamente, ma la gente ama ancora andare al cinema, perché è un'esperienza diversa. È possibile scaricare musica, ma la gente ancora va ai concerti, perché l'esperienza è unica.

Il GPL è un prodotto unico, molto più di streaming. La GPL è fatto per i tifosi!

 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti