Adrian Mateos "Adesso punto dritto alla Tripla Corona!”

adrian mateos intervista

Il miglior giocatore di poker spagnolo degli ultimi anni, Adrian Mateos, racconta la sua avventura a Pokerlistings e come stia decisamente puntando ad una la Triple Crown.

Si tratta di uno degli obiettivi della maggior parte dei giocatori di poker, anche se sono davvero pochi quelli riusciti a mettere in tasca una tripletta di titoli complicata come un braccialetto WSOP, una vittoria all’EPT e una al WPT. In 5 ci sono riusciti ma la lista dei player vicini a questo traguardo è ben più lunga dei soli 5 giocatori che al momento detengono la “Corona”.

Tra i vari troviamo Negreanu, Esfandiari, Laak e anche lui, il giovanissimo Adrian Mateos che se non ha sfiorato di recente la Triple Crown, di certo ha rischiato di portare a casa un altro titolo EPT.

A Dublino infatti lo spagnolo si è arreso ad un passo dal tavolo finale chiudendo in decima posizione per quasi 40.000 dollari che si aggiungono ad un impressionante totale di 4 milioni di dollari solo in vincite live.

Proprio a Dublino il nostro inviato Dirk Oetzmann ha avuto occasione di fare una veloce chiacchierata con il player spagnolo per discutere della sua rapida ascesa nel mondo del poker, del primo EPT che ha regalato alla Spagna (Mateos è ora secondo solo a Mortensen nella classifica dei giocatori spagnoli più vincenti di sempre) e ovviamente di questa agognata Triple Crown.

L’intervista di Pokerlistings

mateos ept3
Mateos alla vittoria delle WSOPE

Dopo un grande 2015, con il primo titolo EPT per la Spagna, che ti aspetti da questo 2016?

Le mie aspettative per quest'anno sono, come quelle di tutti, giocare i più grossi tornei in circolazione.

In questo momento sono molto contento perché sto giocando la maggior parte dei tornei in tutto il mondo, e le mie aspettative sono di vincere il più possibile. Più grande è il torneo, meglio è!

 

Hai vinto il tuo primo titolo a Madrid nel 2012 e sei ora uno dei più promettenti nel mondo del poker. Quanto hai lavorato dal 2012 ad oggi per raggiungere questi risultati?

Per migliorare il più possibile mi sono trasferito a Londra. Posso ritenere di essere diventato un professionista a partire dal 2013 quando ho vinto diversi tornei.

Ho avuto così l’occasione di incontrare i più grandi nomi del poker, di parlare con loro, di confrontare le mie strategie di gioco e affrontarli al tavolo.

Questa è stata sicuramente la via migliore per raggiungere il successo.

 

Hai vinto braccialetto alle WSOPE e un titolo EPT, si va per la Triple Crown quest'anno?

Sì! è decisamente il traguardo che ho in mente. Sarebbe molto bello. Ora sto andando a Los Angeles e San Jose a giocare due tappe del World Poker Tour e vedere se sarà abbastanza fortunato da riuscire a vincerne una.

 

adrian mateos 2
"La Spagna ha bisogno di una svolta nella legislazione del poker"

Come vedi lo stato del poker in Spagna?

La mia opinione sulla situazione del poker sia live che online in Spagna non è per nulla positiva. E le cose non sembrano andare nella direzione giusta neanche in futuro.

C’è bisogno di un grosso cambiamento legislativo, di una apertura verso le sale da poker internazionali. Questo permetterebbe a molti giocatori di avvicinarsi al poker e nel mio paese arriverebbero molti più titoli EPT e così via!

 

Pensi che il livello dei giocatori spagnoli sia migliorato negli ultimi anni?

Sì, certo. Ogni giorno che passa, i player spagnoli continuano a migliorare.

In molti studiano per diventare professionisti e giocatori d’elite, anche se diventarlo diviene sempre più difficile e c’è molta concorrenza.

In fondo anche io studio per migliorare nel poker, lo faccio sempre e continuerò a farlo.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti