8 Varianti di Poker sperimentali che potrebbero apparire su Pokerstars

IMG 1457
Una partita a "Holdaha / Omaxas / Omaxas Split "

Il No limit Holdem è senza dubbi un grande gioco ma a chi non piace rimescolare le carte in tavola ogni tanto e sperimentare qualche variante diversa?

Durante l’EPT Grand Final i nostri inviati hanno potuto testare diverse nuove versioni del classico texas holdem, che hanno l’obiettivo non solo di intrattenere chi il poker già lo gioca ma anche magari di attrarre nuovi potenziali player.

Pokerstars (qui da noi recensita) ha chiesto ai suoi utenti di inviare suggerimenti per delle nuove versioni di Texas Holdem e ha poi raccolto e messo in pratica quanto i giocatori stessi hanno proposto.

A testare e presentare i giochi anche nomi illustri del settore come Pierre Neuville, Theo Jörgensen, Patrick Clarke e tra i rappresentanti dei media Marc Convey.

Versioni Sperimentali da Testare

I nomi dei giochi non sono ancora stati decisi e si tratta di versioni sperimentali quindi non prendeteli per buoni ma solo come riferimento! Vediamo insieme allora quali varianti di poker potrebbe riservare il futuro:

 

#1 - Pick’em Hold’em

Quanto volte avete immaginato una mano diversa da quella che avevate una volta scoperto il flop? Sicuramente tante ed ecco perché qualche giocatore ha ben pensato di servirne due di mani al posto di una.

Con le due mani coperte sul tavolo potrete tranquillamente foldare o andare a gustare il Flop, in seguito al quale dovrete necessariamente scartare una delle due mani e proseguire il gioco con l’altra.

Inutile dire che non è concesso mischiare le carte delle due mani.

Voto: 3/5 Una variante semplice, efficace e realizzabile anche online

 

#2 - Blind Defender

In questo gioco il giocatore che ricopre il ruolo di grande buio avrà più opzioni di scelta del solito.

In pre-flop il big blind potrà cambiare una o anche tutte e due le sue carte. Qualunque puntata precedente rimane nel piatto indipendentemente dalla scelta del grande buio di cambiare o meno le sue carte.

La versione di prova è stat un po’ confusionaria anche perché non era chiaro se l’acquisizione di nuove carte per il big blind dovesse avere un costo extra oppure no.

Voto: 2/5 Non ci è parsa la più originale delle varianti al tavolo

 

#3 - Texmaha

In questa variante del gioco si è essenzialmente obbligati ad utilizzare entrambe le carte della proprio mano.

Può sembrare simile all’Irish Poker ma in realtà riduce ancora di più le possibilità di scelta e gli out.

Immaginiamo di avere A J  su board   Q T 9 8 2.

Ebbene signori e signori non avete un Flush. Frustrante vero?

Voto: 0/5 Elimina il più del divertimento e delle possibilità offerte dal poker

 

#4 - One Eyed Hold’em

L’unica modifica del gioco consiste nel fatto che si riceverà una carta coperta e una carta scoperta.

A parte questo tutto il resto rimane uguale.

Il problema di questa variante è che la maggior parte delle mani termina in fase di flop dove in alcuni casi è molto più evidente l’esito del turno.

Voto: 2/5 Può anche essere divertente ma sembra più adatto a partite tra amici

 

#5 - Random Board Hold’em

6 carte vengono poste sul board a faccia in giù. Dopo il primo giro di puntate le carte vengono rivelate. Ma non tutte. A determinare il numero di carte che comporranno il board è un tiro di dadi da parte del dealer.

Sembra più complicato di quello che è in realtà potrete modificare il modo di giocare questa variante che a nostro avviso rimane comunque destinata a partite domestiche e non a una possibile realizzazione online.

Voto: 2/5 Eliminare la naturale successione di flop-turn-river non è la migliore delle idee

 

#6 - Holdaha / Omaxas / Omahaxas Split

Non siamo riusciti a trovare un accordo sul nome da dare questa variante che mescola l’Holdem e l’Omaha. Come? Semplice. Ogni giocatore riceve 6 carte coperte che deve dividere in una mano di holdem da 2 carte e una da omaha da 4 carte.

Il gioco procede normalmente ma per vincer l’intero piatto dovrai in effetti vincere sia con la mano di holdem che con quella di omaha.

Se due diversi giocatori si aggiudicano il piatto allora questo verrà semplicemente diviso.

La parte più eccitante è in effetti quella iniziale in cui il giocatore deve decidere come suddividere le due mani. In più la parte della scommessa diventa interessante in quanto lo si fa per entrambe le mani allo stesso tempo.

Voto: 4/5 una delle migliori idea viste sinora. Con qualche aggiustatina potrebbe diventare molto popolare!

 

#7 – Arch Hold’em

In questo gioco ci sono solo due turni di puntate. Il pre-flop e il post-river. Il board è quindi rivelato completamente saltando flop e turn.

Ricorda vagamente il Five Card Draw ed è essenzialmente niente più che una versione velocizzata del gioco, senza infamia e senza lode che finisce per uccidere lo spirito del texas holdem.

Voto: 1/5 davvero noioso. Poco altro da aggiungere

 

#8 – Personal River

Il board conterà solo quattro carte perché la quinta, come suggerisce il nome che abbiamo affibbiato al gioco, sarà personale.

Dopo il turn i vari giocatori ancora in gioco riceveranno una carta coperta ciascuno, per l’appunto il river.

Alla fine è un po’ come giocare con tre carte invece che due anche se le odds saranno totalmente differenti perché non scoprirete la vostra terza carta se non dopo il turn.

È un po come giocare ad Holdem fino al turn e poi al river qualcuno dice “sai cosa? Passiamo allo Stud ora!”

Voto: 4/5 Facile da apprendere e interessante nelle sue dinamiche. Pollice in su!

 

Evoi cosa ne pensate di queste varianti? Credete che qualcuna di queste potrebbe trovare popolarità su Pokerstars?

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti