Cinque grossi punti deboli del vostro C Game

daniel negreanu 31646

Prima di poter lavorare sullo sradicare parte del vostro C Game, dovete individuare con esattezza tutti i singoli elementi che lo compongono.

Se non sapete in cosa consiste il vostro C Game, questo articolo fa per voi. Grazie al libro Elements of Poker di Tommy Angelo sappiamo che ci sono tre livelli per giocare a poker che non dipendono dalla bravura del giocatore bensì da altre circostanze quali ad esempio la concentrazione o la stanchezza.

Anche se tutti i giocatori di poker possiedono questi tre livelli di gioco, i dettagli, la forma, la portata e la durata di ciascun livello sono unici.

Livello A Game

Questo è il livello di gioco migliore, quando vi sentite in cima al mondo. State benissimo, giocate in maniera perfetta e fate soldi a palate.

In questo livello di gioco non commettete errori e siete perfettamente consapevoli di tutto ciò che sta succedendo al tavolo.

 

lopping1 32645
Distribuzione dei livelli di gioco

Il livello C Game

Questo è il vostro livello di gioco peggiore. Commettete errori, fate pessimi call, bluff stupidi e perdete denaro a palate. Non vi sta funzionando nulla: vi sentite a pezzi e non sapete nemmeno da dove cominciare.

Il livello B Game

Si tratta semplicemente del livello intermedio tra A e C. Alcune aree del vostro B Game potrebbero essere profittevoli, mentre altre potrebbero costarvi denaro.

Fatta questa breve premessa è importante riuscire a capire cosa sta alla radice del vostro gioco peggiore. Che cosa vi fa perdere la maggior parte dei soldi?

Queste sono le cause più comuni del vostro C Game:

  • Tilt
  • Stanchezza
  • Distrazione
  • Minore abilità
  • Giocare con la paura di perdere

Il tilt è di gran lunga la causa più comune del C Game, perciò ci sembra giusto iniziare da qui.

1. Tilt

Quando la maggior parte dei giocatori pensa di essere in tilt, pensa al “super-tilt”: Phil Hellmuth che prende a calci le sedie e dà dell’idiota alla gente, o un Mike Matusow paonazzo che inveisce sugli altri giocatori ripreso dalle telecamere di ESPN.

In modo più realistico, il tilt può capitare in modi e gradi molto diversi, e può essere causato praticamente da qualsiasi cosa.

La definizione più semplice: ogni volta che le vostre emozioni vi impediscono di giocare il vostro A Game, siete in tilt. Non serve che vi esca il fumo dalle orecchie o che cominciate a insultare tutto e tutti: se siete emotivamente distratti, perderete dei soldi.

E vista la natura elusiva del tilt, può essere anche difficile smettere di giocare quando lo si è fino a un certo livello.

Il consiglio migliore è ascoltare tutte le piccole voci nella vostra testa. Appena vi sorprendete a pensare “Wow, questa cosa è frustrante” o “Diamine, potrò vedere pure io una carta più alta del 9?” (e persino “Quel tizio è davvero fastidioso”) significa che siete in tilt.

Anche se qualsiasi livello di tilt influisce negativamente sul vostro gioco, alcuni livelli ovviamente influiscono più di altri. Il tilt “leggero”, come quando trovate fastidioso un avversario, potrebbe farvi scalare soltanto al vostro B Game migliore.

Giocare il B Game non è l’ideale, ma non vi costerà molti soldi. Non dovete per forza lasciare il tavolo quando vi succede.

Ma ogni volta che il tilt raggiunge un punto in cui state chiaramente giocando il vostro C Game, dovete alzarvi o effettuare il log-out e lasciare la partita. Quando raggiungete il massimo del tilt è impossibile calmarsi abbastanza da ritornare al vostro A Game in pochi minuti.

Lasciando la partita, eliminate al %100 questo aspetto del C Game. Se ve ne andate sempre quando vi esce il fumo dalle orecchie, eliminerete completamente l’anello più esterno del vostro “cerchio di gioco”.

Vi siete sbarazzati del tilt, cosa che andrà a beneficio del vostro gioco.

2. Stanchezza

Semplicemente, è impossibile giocare un A Game quando siete esausti.

Quando raggiungete quel livello di stanchezza, non riuscite più a pensare né velocemente né in modo chiaro (due dei requisiti più critici per giocare un buon poker). Ed è quando iniziate a stancarvi (molto prima di sentirvi esausti) che è il momento di lasciare la partita.

La stanchezza totale è truffaldina. Non vi accorgerete di quanto siete stanchi fin quando non sarà troppo tardi.  Se siete seduti al tavolo, è facile cadere nell’abitudine quando non vi dovete muovere e non dovete fare altro che giocare a carte.

Dovete alzarvi, prendervi delle brevi pause e fare due passi. Valutate mentalmente come state giocando, lontano dal tavolo, in modo da poter tornare a giocare e prendere delle decisioni migliori.

Quando iniziate a sentirvi totalmente stanchi, recuperate le vostre chip e andate alla ricerca del vostro letto. L’obiettivo non è limitare il tempo passato giocando al vostro C Game: l’obiettivo è rimuovere completamente tutti gli anelli del C Game dal vostro gioco.

3. Distrazione

C’è poco da aggiungere. Se siete distratti, non state giocando al meglio.

Cercate di sedervi lontani dalla tv, di smettere di flirtare con la barista e di spegnere il vostro MSN. Limitate le vostre distrazioni e concentratevi sul poker.

Se state cercando di limitare le distrazioni, l’ultima cosa che volete fare è portarne qualcuna con voi al tavolo. Se siete venuti per giocate a poker… giocate a poker e basta.

4. Minore abilità

Se il vostro A Game è forte quanto il B Game del vostro avversario, siete fritti. La qualità del vostro gioco si valuta al meglio confrontandola con quella dei vostri avversari.

Quando siete più scarsi, siete più scarsi e basta. Alzatevi e andatevene.

5. Giocare con la paura di perdere

L’ultimo elemento che causa il C Game è la paura.

Un giocatore di poker no-limit deve essere disposto a investire tutte le sue chip in ogni momento. Se avete paura di perdere ciò che avete davanti a voi, è impossibile giocare in maniera appropriata. Dovete avere denaro da perdere (cioè un bankroll adeguato) e dovete essere disposti a perderlo.

Non potete aver timore dei soldi o degli altri giocatori. La gente fa delle cose molto strane quando ha paura o è stressata. E cose strane, al tavolo da poker, equivalgono a perdere denaro.

Fatevi un bankroll, siate fiduciosi ed eliminate questo anello dal vostro C Game.

Non basta cercare di limitare o di evitare gli elementi che contribuiscono al vostro C Game. I catalizzatori del C Game sono come tumori: dovete rimuoverli completamente, o continueranno a tornare nelle vostre partite, fin quando non vi faranno a pezzi.

In poche parole: state calmi, rimanete fiduciosi, tenetevi in forma e riposate. Rimanete concentrati, evitate di giocare contro avversari più forti e non abbiate timore. Il resto verrà da sé.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti