3-bet: Palumbo Inarrestabile - Mercier incavolato - l’orribile Poster di Fedor Holz

rocco palumbo scoop

Quale modo migliore di iniziare la settimana se non con qualche pillola di poker. Vediamo un po’ qualche fatto curioso e interessante degli ultimi giorni.

Dalla straordinaria performance di Rocco Palumbo alle SCOOPS, a quella pessima di Jason mercier che vorrebbe lanciare il suo laptop dalla finestra, fino a Fedor Holz che si offre come coach di poker con un poster promozionale di gusto discutibile...

Palumbo: quando il vento cambia

Solo un anno fa avevamo incontrato Rocco Palumbo in occasione della prima Global Poker Masters, portata poi a casa proprio dagli italiani.

In quella intervista con Pokerlistings, Rocco ci aveva confidato di essere andato incontro ad un periodo buio di almeno due anni e di esserci dentro ancora fino al collo.

Sarà stata l’aria di Malta, o forse proprio la nostra intervista, o la vittoria del GPM, ma da allora le cose a  “Sethiroth88” stanno andando alla grande soprattutto nell’online, ma anche Live il player non si sta facendo mancare le sue soddisfazioni.

L’ultimo colpo di Palumbo, che intanto è ospite fisso della top 10 della GPI italiana, è un secondo posto nello SCOOP 24-M 2.100$ NLHE 8-Max High Roller 300.000$ per un premio di ben 260.000 dollari.

Allo stesso tavolo un nome del calibro di Isildur1 che ha chiuso poi in sesta posizione.

  1. buck21 270.125$ *
  2. Sephirot88 260.000$ *
  3. ekziter 165.000$
  4. ShippityShip 123.750$
  5. david owie 82.500$
  6. Isildur1 57.750$
  7. TaTanSWE 37.125$
  8. ImaLucSac 24.750$

 

Il Poster più brutto della storia del Poker

Di grezzate in giro se ne vedono tante, e il mondo del poker non è certo noto per lo stile ed il buon gusto. Ma quanto osato da Fedor Holz supera ogni definizione di “trash” e “kitsch” .

Il giocatore tedesco si trasforma infatti nell’Harry Potter del poker in questo poster dove si promuove come coach. Niente da dire sulle sue doti da poker player, ma la carta da parati sullo sfondo, la pila di carte vintage sul titolo, gli “effetti speciali” intorno al giocatore, e quest’atmosfera da mago di Oz, da Fedor non ce li aspettavamo proprio!

 

Anche i santi perdono la pazienza

Si dice che i poker player un po’ come i santi non perdano mai la pazienza, eppure ogni tanto anche a loro vien voglia di far volare via il computer dalla finestra, letteralmente.

Abbiamo incontrato Jason Mercier di recente in occasione dell’EPT Grand Final e con lui ci siamo fermati a discutere una mano di poker storica, in cui il player ha dimostrato non solo di saper leggere i tell dell’avversario ma anche di saper pazientare e giocare conastuzia meticolosa.

Ebbene non facciamo in tempo a mettere in scaletta l’articolo che Jason è su Twitter a pubblicare con tanto di faccina “incaxxata” il suo disappunto per il primo evento delle SCOOPS che ha giocato: 

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti