3-Bet del Giorno: Davì alza la Champions, candidati USA, Ivey a nudo

1C86D21ECDDD766A2395757E210A7h416w622m2q80cHbaKjkPc

Arriva anche su PokerListings.it la rubrica quotidiana con le notizie brevi e curiose dal mondo del poker.

Ogni giorno selezioneremo per voi tre notizie flash, naturalmente inerenti a tutto ciò che è poker: tornei, gossip, curiosità, stramberie e chi più ne ha più ne metta.

Inauguriamo la 3-Bet con una prima edizione dedicata a Claude Davì, vincitore del Grand Final della Poker Champions League, ma anche a cosa ne pensano del poker online i candidati alle presidenziali USA, e al nuovo progetto virtuale di Phil Ivey.

1) Il trionfo di Claude Davì al PCL Grand Final

PCL

Quattro giorni di poker intenso al Casinò Perla di Nova Gorica, dove Claude Davì ha conquistato l'ultima tappa della Poker Champions League 2012, l'ambito Grand Final. Davì ha messo il sigillo al termine di un final table decisamente duro, vista la presenza di un paio di professionisti molto noti a livello italiano ed europeo, quali Giorgio Silvestrin e Giovanni Battista Cantonati.

Questa la classifica finale del Poker Champions League Grand Final 2012:

1- Claude Davì 10.000€
2- Andrea Tinelli 5.100€
3- Dario Angelo Busi 3.400€
4- Giovan Battista Cantonati 2.900€
5- Silvano Pillon 2.400€
6- Giorgio Silvestrin 2.100€
7- Angelo Canali 1.800€
8- Francesco Santunione 1.500€

2) I candidati alle presidenziali USA e il poker online

voting1

Ormai siamo a un paio di giorni dall'evento politico dell'anno, l'elezione del Presidente degli Stati Uniti.

Ma cosa ne pensano Mitt Romney, Barack Obama e Gary Johnson sull'argomento poker online?

Sentite Romney: "Siamo d'accordo con chi vuole proibire il gioco d'azzardo online e chiediamo al Dipartimento di Giustizia di rivedere la sua ultima interpretazione riguardo al Wire Act, che potrebbe aprire le porte alle scommesse su Internet". Come direbbe Flavio Briatore: Romney, sei fuori!

Ecco il presidente uscente, Barack Obama: "Lasceremmo a ciascuno stato la decisione di permettere o meno tali attività ai loro residenti, e lasceremmo che siano gli stati ad autorizzare le poker room online ad accettare tali scommesse, fermo restando che un sito di gambling non autorizzato dalle leggi di tale stato potrebbe violare gli statuti federali". Obama, per noi sei promosso… con riserva.

E chiudiamo con Gary Johnson, candidato del Partito Libertario, il quale è ampiamente a favore del poker. Johnson si è sempre opposto ai tentativi di bandire il poker online, affermando come sia una libertà individuale, e che il governo non dovrebbe interferire sul modo in cui gli americani spendono i loro soldi. E bravo Johnson!

3) Phil Ivey spiega perché ha aperto Iveypoker.com

phil ivey 1

Il Tiger Woods del poker ha recentemente aperto iveypoker.com, un sito didattico che, quotando le sue stesse parole, "sarà l'opportunità di giocare con i più forti giocatori del mondo".

Perché, secondo Ivey, "molte persone non sanno davvero come si gioca a poker". E se lo dice uno come lui, c'è da crederci sulla fiducia.

Il sito sarà completamente gratuito. Tutti coloro che si registreranno potranno godere di video didattici, e anche della possibilità di partecipare a partite organizzate dal sito stesso.

Inoltre, in qualità di coach, Phil Ivey ha dichiarato che sarà disponibile ad offrire lezioni private. Economiche, naturalmente, quanto una Rolls Royce nuova di pacca.

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti