2+2 Accusa: Matt Marafioti E' un Truffatore!

matt marafioti
Matt Marafioti: genio o truffatore?

Sul forum numero uno al mondo accuse pesantissime: Psycho Marafioti sarebbe entrato nei PC degli avversari con un trojan

Il mondo del poker è un mondo in cui tutti cercano di vincere. E' come un muro che si cerca di valicare, spesso servendosi di ausili sbagliati.

Vincere nel poker è di sicuro una soddisfazione, ma la vittoria deve avvenire senza ricorrere ad alcun mezzuccio, neppure il più piccolo od innocente. Perchè altrimenti non si parla più di una vittoria – altrimenti si parla di truffa.

Matt Marafioti, uno di quei giocatori di poker sulla cui carriera difficilmente si tende a sollevare interrogativi, è stato però accusato di aver hackerato i computer di alcuni giocatori olandesi per arrivare alla vittoria.

Non per soldi, no, ma per ragioni ancora più particolari che ben si adattano alla personalità di Psycho Marafioti come un profondo odio verso buona parte della comunità dei giocatori di poker.

"Non ho nulla da perdere, non mi interessano i soldi, odio il poker e chiunque ci sia coinvolto" avrebbe detto Marafioti in una delle sue conversazioni apparse sul forum 2+2.

A darci modo di pensare che l'accusa rivolta contro il campione sia effettivamente fondata, una conversazione pubblicata da un nuovo giocatore, sotto il nick "cbt5000", che sarebbe avvenuta su Skype tra "ADZ124" (il nick di Matt Marafioti) e Samer Rahman, giocatore svedese dalle mille ambiguità.

Lo scorso gennaio i due avrebbero cercato dei mezzi per tramare alle spalle di altri giocatori online, provando ad entrare nei loro computer attraverso un trojan potentissimo, in modo da poi avere la possibilità di truffarli impadronendosi del controllo del PC degli altri giocatori.

Riuscendo a vedere le carte di questi player, Matt e Samer sarebbero riusciti a vincere dunque ogni partita trasformando il gioco in un’autentica truffa.

La certezza che tale conversazione sia avvenuta è ancora ignota ma – visto che anche 2+2 ha rifiutato di mettere offline il thread che discute dell’affaire Marafioti, ve ne riportiamo un importante passaggio in italiano nel quale Marafioti dice:

 "Credo di poter accedere al computer di 'Mowsli', giocherà con me tutto il giorno, ce ne sono altri che voglio andare a prendere, come 'fmylife' "

A credere a tale accusa, sarebbero stati molti personaggi che hanno a che fare con Matt.

Aguiar si preoccupa di far notare come la conversazione sia troppo simile al modo di fare e di scrivere del poker player, mentre Haxton sottolinea, invece, quanto poco affidabile sia Marafioti.

Ma Rahman non è da meno. Accusato in precedenza di scamming, il giocatore svedese non gode affatto di ottima fama.

Afferma di conoscere appena Matt e che la conversazione tra loro non sia mai avvenuta.

Marafioti, dalla sua, non ha potuto che dar ragione allo svedese e dire che è stato tutto manipolato aggiungendo di non avere mai hackerato un computer e che sarebbe disposto a pagare fino ad un milione di dollari a chi sia in grado di dimostrare il contrario.

A quali delle due parti credere?

***
La redazione di PokerListings è tutt'ora impegnata in un complesso lavoro di ricostruzione dei fatti avvenuti nel mese di gennaio 2012 e che riguardano le persone di Matt Marafioti e Samer Rahman. Vi invitiamo pertanto a continuare a visitare le nostre pagine per non perdere neppure uno degli aggiornamenti della vicenda.

Sullo stesso argomento:

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti