10 modi per scovare chi sta mentendo in una partita a poker

Condividi:
3 luglio 2014, Scritto da: Francesco Esposito
Postato su: Dentro PokerListings
10 modi per scovare chi sta mentendo in una partita a poker

Uno dei più grossi ostacoli che i poker player online riconoscono nel poker live è quello di comprendere chi sta bluffando al tavolo verde.

Questo avviene perché chi è abituato a grindare dietro uno schermo è solito giudicare i vari contender al tavolo esclusivamente sulla base del loro gioco, ma dal vivo tutto cambia.

Uno dei primi esercizi da dover fare prima di avventurarsi in tornei di poker, soprattutto se dal grosso buy-in, è quello di fare tanta esperienza e studiare le micro-espressioni facciali e i comportamenti anomali di chi siede al tavolo.

Poco importa se avrete a che fare con freddi tedeschi o calorosi spagnoli, con britannici ubriachi o francesi spocchiosi, tutti condividiamo una buona base di espressioni facciali e movimenti involontari del corpo.

Ecco a voi 10 piccoli trucchetti per riconoscere chi sta mentendo al tavolo, chi ha appena ricevuto una mano fortunata, chi bluffa celando la paura di aver rischiato troppo, e così via.

[Consulta la nostra sezione di Psicologia del Poker e trovarai altri utili spunti per migliorare le tue prestazioni]

espressioni poker

 

#1 Le rughe sulla fronte sono segno di stress

Questa micro-espressione è molto comune fra chi sta mentendo o nascondendo qualcosa. Fai caso alle “pieghe” che spuntano all’improvviso sulla fronte del tuo avversario, proprio tra le due sopracciglia che generalmente tendono a sollevarsi.

 

#2 Gli occhi sono lo specchio dell’anima

Chi muove rapidamente gli occhi da una parte all’altra sta cercando nella propria memoria qualche ricordo e non è forse molto sicuro sulla mano che sta giocando anche se dà l'impressione di essere spavaldo.

 

#3 Un battito di troppo

Chi sbatte spesso le palpebre e porta le dita agli occhi, o ancora li sfrega, è generalmente molto agitato, anche se il resto del corpo non tradisce nessun’altra emozione.

 

#4 Coprire la bocca

Questo tell nel poker è molto comune tra i principianti e svela facilmente un bluff piuttosto che una frottola appena detta. È la prima cosa che dovrete correggere nel vostro gioco e la prima da notare in quello degli altri.

 

#5 Aumento della sudorazione

Se il vostro vicino suda come un caprone per tutto il tempo allora questa informazione non vi sarà utile. Ma se notate dei repentini aumenti, magari accompagnati da rossori sparsi sulla pelle, allora il vostro avversario sta nascondendo qualcosa, magari un semplice bluff, piuttosto che un'ottima mano celata tra check e piccoli raise.

 

mentire nel poker

 

#6 Giocare con le chip

Attribuire stati d’ansia ai giocatori che giocherellano le chip sul tavolo non vi porterà da nessuna parte. Alcuni player lo fanno per noia, altri di proposito per farvi pensare di essere nervosi. Tuttavia se notate che un giocatore oltre alle chips maneggia nervosamente anche altri oggetti, dalle carte a parti del corpo, allora in questo caso c’è un evidente segno di stress.

 

#7 Atteggiamento chiuso

Chi sta mentendo cercherà di proteggere inconsciamente la propria persona. Incrociare le gambe o le braccia è un comportamento molto diffuso tra chi sta nascondendo qualcosa, cosi come portare le mani alla nuca o alle tempie.

 

#8 Il respiro può tradire

Chi si sta sforzando di nascondere un'emozione ha generalmente un respiro più veloce, e bocca e gola sicuramente più secche del normale a causa dell’aumento dei battiti cardiaci. Prestate attenzione agli avversari e allenatevi voi stessi per non alterare la respirazione durante uno stato di stress.

 

9# Il contatto con gli occhi

Comunemente si crede che chi schiva il contatto con gli occhi stia mentendo. Molti studi hanno dimostrato il contrario. In una partita di poker chi sta bluffando, spesso, non solo non schiverà il vostro sguardo ma piuttosto lo ricercherà. Se notate quindi che un avversario vi fissa negli occhi molto più di quanto non facesse prima, probabilmente ha qualcosa da nascondere.

 

#10 Toccarsi il naso

La scarica di adrenalina causata dallo stress dato dal bluff nel poker, può provocare pruriti al naso. Questo accade per l’aumento del sangue che circola nei capillari, di cui la cavità nasale è ricca. Evitate di toccarvi o grattarvi il naso se state tentando un bluff: i giocatori esperti sapranno individuarlo perfettamente

 

E vi lasciamo con una mitica scena di Adriano Celentano nel film Bluff - Storia di truffe e di imbroglioni, dove tra una risata e l'altra potrete però cogliere più di qualche tells tra quelli che noi vi abbiamo descritto, ovviamente resi in chiave ironica.

 

 

Condividi:

Ti preghiamo di ricontrollare i dati inseriti

Si è verificato un errore

Devi attendere 3 minuti prima di poter postare un nuovo commento

Non ci sono commenti

Bloggers
Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Battle of Malta: il Blog Ufficiale

Benvenuti sul Blog Ufficiale del torneo Battle of Malta 2012 organizzato da PokerListings.

Ultimi posts Pagina di  
WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

WSOP Il Blog (semi) Ufficiale delle World Series

Scopri tutti i segreti e i retroscena delle delle World Series of Poker con il blog esclusivo di Po
Ultimi posts Pagina di  
Il Blog di Leo Margets

Il Blog di Leo Margets

La giocatrice spagnola Leo Margets ci racconta la sua esperienza in prima persona dai tavoli dei

Ultimi posts Pagina di Leo Margets